Come Esibirsi in Regola

Come Esibirsi in Regola è la cosa più importante per chi effettua una qualsiasi esibizione in pubblico e diviene automaticamente un lavoratore.

Non date peso alle voci che per svariati motivi dicono che potete essere sollevati dal pagare la vostra agibilità.

Quindi ogni volta che vi esibite ricordate che state svolgendo una attività lavorativa che deve essere regolamentata sia fiscalmente che a livello previdenziale.

Come esibirsi in regola, Cominciamo a capirci qualcosa di più:

L’agibilità :

E’ il documento che certifica che per la prestazione artistica effettuata il datore di lavoro verserà i contributi .

Il documento di Agibilità non ha un costo fisso ma varia in percentuale al cachet percepito (La quota esatta è il 33% e quindi se ci sono cooperative o associazioni che vi garantiscono “agibilità ex ENPALS a costo fisso indipendentemente da quanto si fattura” probabilmente NON OPERANO CORRETTAMENTE).

Chi è il datore di lavoro ?

1) Il proprietario del Locale o l’organizzatore dell’evento che sono tenuti a garantire la corretta copertura assicurativa e previdenziale.

2) L’artista che ha una sua partita IVA ed emetta regolare fattura (garantendo egli stesso il pagamento dell’agibilità).

3) L’artista è iscritto ad una Cooperativa che in quel caso è il datore di lavoro. (NOI VI SEGNALIAMO LA NRG COOP)

Come esibirsi in regola senza pagare INPS Gestione Ex ENPALS.

Ci sono solo 4 ragioni per lavorare davanti ad un pubblico senza l’obbligo di versare l’agibilità:

a) State versando un’altro tipo di contributi (avete un lavoro fuori dal campo artistico) e state già versando i contributi nella giornata in qui vi esibite.

b) Siete Studenti e non avete ancora compiuto 25 Anni.

c) Siete Pensionati ed avete superato i 65 Anni.

d) Avete meno di 18 anni.

Tutte queste ragioni sono valide a patto che suoniate musica dal vivo e non superiate il reddito annuale di 5.000 dal lavoro Artistico che svolgete, se li superate e rientrate in una delle categorie sopra citate in tal caso siete costretti a pagare ugualmente il compenso tramite Agibilità ed a versare i relativi contributi.

Nel caso siate un DJ e non suonate dal vivo con strumenti musicali siete sempre (SEMPRE) obbligati ad aprire l’agibilità per il vostro servizio.

In tutti i casi, è inutile dirlo, non potete assolutamente lavorare al di fuori delle regole.

Se dovete percepire un compenso potete farlo esclusivamente con queste 3 possibilità:

1) Ritenuta d’acconto al Locale per prestazione occasionale.

2) Fattura, se avete partita IVA.

3) Fattura della Cooperativa alla quale siete iscritti.

Per completare l’analisi parliamo di quegli eventi senza scopo di lucro oppure esibizioni dove l’intero ricavato viene devoluto in beneficenza, in questi due casi potete esibirvi senza agibilità facendo una semplice autocertificazione.

Comunque nel caso abbiate dubbi, prima di effettuare la vostra esibizione dal vivo consultate il vostro commercialista o rivolgetevi ad una cooperativa.

PER COMPLETARE L’ANALISI DELLE PRESTAZIONI BISOGNA ESSERE INFORMATI ANCHE SULLA COMPILAZIONE DEL BOLLETTINO SIAE RIGUARDANTE I BRANI ESEGUITI IN PUBBLICO, SEGUITE IL NOSTRO ARTICOLO PER CAPIRE COME FARLO IN MODO CORRETTO : BORDERO’ SIAE